Acting shock per lo spagnolo | Diario

La competizione di 26 giorni (non terminerà fino al 31 luglio) era originariamente prevista dal 7 luglio al 1 agosto dello scorso anno, ma è stata posticipata a causa della pandemia. Il titolo di Campionati Europei dell’Europeo Casalingo 2017 sarà difeso in Inghilterra dall’Olanda, che cinque anni fa ha battuto la Danimarca 4-2 in finale davanti a oltre 28.000 spettatori ad Enschede, hanno calcato il Monte Bianco del calcio per la prima volta nella storia e pose fine ai 22 anni di regno delle donne tedesche. 16 nazionali, suddivise in quattro gironi pre-gara, prenderanno parte agli Europei di quest’anno per la seconda volta consecutiva. Germania, Austria, Norvegia e Irlanda del Nord giocheranno nel Gruppo A (per la prima volta nella storia europea), nel Gruppo B Germania, Danimarca, Spagna e Finlandia, nel gruppo C Olanda, Svezia, Svizzera e Portogallo e nel gruppo D Francia, Italia, Belgio e Islanda.

Le prime due nazionali di ogni girone accederanno ai quarti di finale, che vedranno i gironi A e B e C e D incrociarsi dal 1995, ma le due nazionali si dividono la medaglia di bronzo. L’Inghilterra ospiterà gli Europei in modo indipendente per la prima volta dal 2005, le partite si giocheranno in dieci stadi in otto città e la loro capacità totale è di 340.657 spettatori. A Londra le gare femminili si disputeranno a Wembley (90.000 spettatori) e Brentford (17.250), a Manchester a Old Trafford (74.879) e Bradford (7.000), e le città ospitanti saranno anche Sheffield (32.702), Southampton (32.505 ), Brighton & Hove (31.800), Milton Keyness (30.500), Rotherham (12.021) e Leigh (12.000).

Venduto oltre 500.000 biglietti

Cinque anni fa, nei Paesi Bassi sono stati venduti 240.000 biglietti per l’intera competizione, un nuovo record. Ma solo fino a quest’anno, quando sono stati venduti più di 500.000 biglietti su un totale di 700.000 e i prezzi oscillano tra i 6 ei 60 euro. “È pazzesco, incredibile e oltre ogni aspettativa. Soprattutto considerando che un quinto dei biglietti venduti è stato acquistato da fan fuori dall’Inghilterra”. Nadine Kessel, responsabile del calcio femminile alla UEFA. L’ex nazionale tedesco e campione del mondo, ora 34enne, ha preso atto in particolare del fatto che la gara d’esordio di ieri sera all’Old Trafford di Manchester è stata esaurita da tempo. “In questo mitico stadio comincerà a scrivere una nuova storia del calcio femminile. È sicuramente il più grande palcoscenico calcistico nella storia dei campionati europei”.

La Spagna, che non è mai arrivata in finale, è stata (era) la più grande favorita dei bookmaker: ha avuto il suo maggior successo nel 1997, quando ha raggiunto le semifinali, e negli ultimi due EP si è ritrovata ai quarti di finale ciascuno volta. La nazionale spagnola ha subito due grandi shock prima della competizione in Inghilterra. Già all’inizio dei preparativi, Jenni Hermoso, il secondo miglior giocatore del mondo secondo la selezione della World Football Association (FIFA) e della European Football Association (UEFA), si è infortunato, e tre giorni prima dell’Euro questo anno, Alexia Putellas, ufficialmente il miglior giocatore d’Europa e del mondo, che sarà a causa di uno strappo del legamento crociato del ginocchio destro, è fuori dal calcio per almeno sei mesi.

La Slovenia sarà rappresentata da un giudice donna

“E’ un duro colpo per la nostra nazionale. Ma non siamo ancora venuti in Inghilterra con la bandiera bianca. Anche se siamo senza due dei migliori giocatori, credo che le ragazze rimaste riusciranno a sostituirle e che possiamo raggiungere molto in alto”, si augura il 40enne allenatore spagnolo. Jorge Vilda (ricopre questa carica dal 2015), che ha giocato sia per il Barcellona che per il Real Madrid nelle squadre giovanili. Secondo le previsioni degli esperti, i principali rivali della Spagna dovrebbero essere i rappresentanti dell’Inghilterra, guidata da un’olandese di 52 anni come allenatore dall’anno scorso. Sarina Wiegman (da allora sono imbattuti con una differenza reti di 84:3). In questo ruolo, ha portato il suo paese, l’Olanda, al titolo di Campionessa Europea nel 2017:“Certo, mi piacerebbe anche ripetere il successo con l’Olanda, ma sono consapevole che sarà tutt’altro che un compito facile. Abbiamo il vantaggio in casa, ma questo porta anche ulteriore pressione psicologica. Tuttavia, ho Fiducia al 100% nelle ragazze che mostreranno tutto ciò che sanno e di cui sono capaci”.

Non ci sono calciatori sloveni agli Europei, poiché hanno conquistato il terzo posto dietro a Olanda e Russia nel girone di qualificazione. Ma a causa dell’invasione militare dell’Ucraina, le donne russe furono eliminate dalla competizione e al loro posto entrarono le portoghesi. Tuttavia, la Slovenia non sarà priva del suo rappresentante, in quanto sarà rappresentata dal giudice Staša Špur, che fungerà da assistente.



Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *