Gli Stati Uniti impongono la prima multa per i detriti spaziali


Più di 10.000 satelliti sono stati lanciati nell'orbita terrestre.  La foto è simbolica.  Foto: Pixabay
Più di 10.000 satelliti sono stati lanciati nell’orbita terrestre. La foto è simbolica. Foto: Pixabay

La Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti ha ordinato a Dish Network di pagare una multa di 150.000 dollari (143.000 euro) per non aver tenuto un satellite defunto abbastanza lontano da altri satelliti ancora in uso, riferisce la BBC.

La società ha ammesso la responsabilità e ha accettato di pagare la multa. L’anno scorso, Dish Network è stata valutata 16,7 miliardi di dollari (16 miliardi di euro).

Nel 2002, il satellite EchoStar-7 è stato lanciato in un’orbita geostazionaria che inizia ad un’altitudine di 36.000 chilometri sopra la Terra. La compagnia avrebbe dovuto spostare il satellite 300 km più in alto, ma alla fine del 2022, quando il satellite finì il carburante, lo spostò solo di 122 km.


La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha già dovuto essere spostata a causa dei detriti spaziali e del rischio di collisione.  Foto: AP
La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha già dovuto essere spostata a causa dei detriti spaziali e del rischio di collisione. Foto: AP

Man mano che le operazioni satellitari diventano più diffuse e l’economia spaziale si evolve, dobbiamo garantire che gli operatori rispettino i loro impegni,“, ha detto il capo dell’ufficio della FCC Loyaan Egal. Ha aggiunto che con il primo regolamento finanziario hanno dimostrato la loro determinazione a far rispettare “norme vitali sui detriti spaziali“.

L’anno scorso, le autorità di regolamentazione hanno anche aggiunto una nuova regola che impone agli operatori di rimuovere i satelliti dall’orbita entro cinque anni dalla fine di una missione, ha riferito il Guardian. Dal primo lancio nel 1957, secondo la BBC, sono stati messi in orbita più di 10.000 satelliti e più della metà non sono più in uso.

Gli esperti spaziali avvertono da tempo che i detriti spaziali aumentano il rischio di collisioni pericolose. L’agenzia spaziale statunitense NASA stima che in orbita ci siano più di 25.000 detriti spaziali lunghi più di 10 centimetri. Questi sono frammenti di antichi satelliti e veicoli spaziali.

Agata Lucciano

"Propenso ad attacchi di apatia. Evangelista della birra. Incurabile maniaco del caffè. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *