Trionfo italiano al 53° Barkovljanka

Lo yacht italiano Arca in gestione Furio Benussi ha vinto la 53a Barkovljanka. Nella più grande competizione velica del mondo con partenza in massa nel Golfo di Trieste, Arca si è avvicinato al campione sloveno Way of Life sotto la direzione dell’olimpionico di Capodistria Gasper Vincent. Ha guidato il suo equipaggio a una festa nel 2019, ma l’anno scorso non c’è stata regata.

Anche se la barca a vela slovena è partita in modo eccellente, ha avuto molta sfortuna. Dopo una tempesta molto forte, è stato il più veloce nelle prime due boe, ma poi si è rotto. Dopo che l’equipaggio ha salvato la barca a vela dal ribaltamento, sono anche riusciti in qualche modo a raddrizzarla. Ha poi navigato di bolina per Arco, che ha anche tagliato per prima il traguardo.

“Il tirante che tiene la randa all’albero è fuori e la vela è calata. Quindi non mancava molto, ma saremmo caduti. Abbiamo a malapena salvato la barca. Tutto è stato ancora più difficile a causa di una forte raffica di vento dall’altra parte”, ha descritto il fallimento. Gorazd Mauridirettore del team EWOL a cui fa capo Way of Life.

I problemi erano dovuti al forte vento, soffiava anche a 40, 50 nodi o anche di più. “Dovevamo stare fermi per circa cinque minuti, lì la vittoria galleggiava sull’acqua. Ma allo stesso tempo, va detto che con un vento così forte, ogni yacht che ha tagliato il traguardo è stato un vincitore. Abbiamo è riuscito a raggiungere il secondo posto nonostante le difficoltà”, ha aggiunto Mauri.

Vinčec, tuttavia, ha portato l’equipaggio a un notevole balzo prima del guasto. “Abbiamo avuto un grande vantaggio nel primo incontro. Abbiamo scelto la linea di partenza giusta e siamo partiti alla grande. È stato fantastico per il resto della partita fino al crollo che ha rovinato la nostra difesa”, ha detto il manager del team EWOL.

Il comitato di regata ha confermato la partenza alle 10:30 poco prima delle dieci, ma a causa delle previsioni del tempo (aumento della forza di burrasca dopo le 12) ha eliminato le barche a vela più piccole passere, meteor, IX e VIII della competizione. . Sono state registrate più di 16.000 barche a vela.

Valeriano Detti

"Fanatico della cultura pop malvagia. Fanatico del bacon estremo. Amante del cibo. Pensatore. Secchione di viaggio amante degli hipster. Appassionato di caffè."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *