È morto il colosso italiano della moda Nino Cerruti

Morì in un ospedale del Piemonte, dove fu ricoverato per un intervento chirurgico all’anca.



Foto: EPA

Iniziò a sviluppare uno straordinario senso dell’abbigliamento nella manifattura tessile del nonno a Biella, fondata nel 1881, da cui il nome del suo marchio Cerruti 1881. Da bambino, inizialmente sognava di diventare giornalista quando suo padre aveva 20 anni. deceduto, partì comunque per studiare filosofia e rilevò la fabbrica di famiglia. L’esperienza di creare materiali pregiati è stata un grande viaggio per il mondo della moda, in cui è entrato alla fine degli anni ’50, secondo la BBC. La sua collezione Hitman è stata considerata rivoluzionaria nel 1957 e gli è valsa il riconoscimento internazionale.

Ha aperto il suo primo negozio nel 1967 a Parigi. Ha infranto una delle pietre miliari del mondo della moda inviando modelli in passerella con gli stessi vestiti, ha riferito AFP. Anche Giorgio Armani ha lavorato per lui negli anni ’60, che ha poi fondato il suo marchio di moda cult nel 1975.

Negli anni ’80 Cerruti è entrata anche a Hollywood, tra i suoi clienti c’erano celebrità come Jack Nicholson, Michael Douglas, Sharon Stone, Julia Roberts e Tom Hanks. I suoi vestiti sono stati indossati anche in molti film, tra cui Bonnie and Clyde, Pretty Girl e Primal Instinct.

Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *