È morto il presidente del Parlamento europeo David Sassoli



Foto: EPA

I funerali si svolgeranno venerdì a mezzogiorno a Roma e giovedì la bara con le spoglie riposerà a Palazzo Campidoglio a Roma, ha annunciato Cuillo su Twitter.

Le bandiere delle istituzioni europee sono state abbassate a mezz’asta e mercoledì i membri della Commissione europea lo ricorderanno con un minuto di silenzio, è stato annunciato a Bruxelles.

Lunedì il Parlamento europeo ha confermato che Sassoli si era ammalato ed era ricoverato in ospedale dal 26 dicembre per complicazioni al sistema immunitario.

Sassoli, 65 anni, soffriva da tempo di gravi problemi di salute. A settembre dello scorso anno è stato curato in un ospedale di Strasburgo per una polmonite, che era il risultato di un’infezione da Legionella, riferisce la BBC.

Ha poi detto ai suoi follower sui social media di essersi ammalato di nuovo durante la convalescenza in Italia. Ha lavorato a distanza in ottobre ed è tornato ufficialmente alla carica politica a novembre, ma è stato nuovamente ricoverato in ospedale il 26 dicembre.

Sassoli, che viene dai Socialisti Europei (S&D), è stato eletto Presidente del Parlamento Europeo nel luglio 2019, e il suo mandato sarebbe stato esteso secondo l’accordo dei tre maggiori gruppi politici, il Partito Popolare Europeo (PPE), il S&D e liberali (Renew) sono scaduti questo mese. A metà dicembre dello scorso anno, ha annunciato che non si sarebbe presentato per la seconda metà del mandato di cinque anni.

Nato a Firenze il 30 maggio 1956, è stato deputato al Parlamento Europeo per più di dieci anni, presiedendo negli ultimi due anni. Prima di entrare in politica era noto al pubblico come giornalista e conduttore della RAI. Era sposato e aveva due figli.

Un successore dovrebbe essere scelto la prossima settimana

Per la prima volta nella storia del Parlamento europeo, il presidente di questa istituzione è deceduto durante il suo mandato. In caso di morte del Presidente del Parlamento, ai sensi dell’articolo 20 del Regolamento, si assumono le funzioni di Primo Vicepresidente.

Attualmente ricopre questa posizione Robert Metsol, una donna maltese del Partito popolare europeo, che martedì prossimo si candiderà alla nuova presidente del Parlamento. La prossima settimana si terrà a Strasburgo la prima sessione plenaria del Parlamento europeo dell’anno, dove saranno scelti i nuovi vertici, oltre al presidente e ai vicepresidenti del parlamento.

Lo scorso novembre il PPE ha eletto Metsola come suo candidato alla presidenza del Parlamento per la seconda metà del quinquennio. Anche l’eurodeputato spagnolo Levica ha un suo candidato Siro Regoe nel gruppo dei conservatori e riformisti europei (ECR) hanno scelto un polacco Cosmo Zlotowski.

Il lutto del “Grande Europeo”

Il vertice della politica europea reagisce con rammarico e anche sorpresa alla notizia della morte del presidente del Parlamento europeo Sassoli. “Riposa in pace Davide mio caro amico,“ha scritto su Twitter il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che definì Sassoli “un grande europeo e un orgoglioso italiano”. “Riposa e ritmo, caro David!“, come molti politici, ha aggiunto una nota in italiano.

Presidente del Consiglio Europeo Carlo Michel ha risposto anche in italiano su Twitter. Ha descritto il defunto come “un europeo sincero e appassionato“il cui, di chi”calore umano, generosità, gentilezza e sorriso“Le manca già.

Abbiamo perso “un vero europeo, uno statista, un uomo di valori“, hanno scritto su S&D di Sassoli.”Era un vero leader che ha combattuto molto duramente per i principi democratici e progressisti,“hanno aggiunto.

La maltese Metsola, che è stata nominata dal Partito popolare europeo (PPE) per succedere a Sassoli alla guida del Parlamento europeo, ha scritto che il suo cuore è spezzato perché l’Europa ha perso un leader, lei stessa ha perso un amico e la democrazia ha perso il suo paladino. “David Sassoli ha dedicato la sua vita a rendere il mondo un posto migliore e più giusto,” lei ha aggiunto.

Commissario europeo sloveno Janez Lenarcic detto sulla stessa linea, con scoraggiamento, che abbiamo perso”un democratico convinto e un vero europeoÈ intervenuto, tra gli altri, anche l’Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera Joseph BorellPresidente della Banca Centrale Europea Cristina Lagarde e capo dell’Eurogruppo Pascal Donohoe.

Presidente francese Emanuele Macronil cui paese detiene la presidenza del Consiglio dell’UE dall’inizio dell’anno, ha scritto che il sindacato stava perdendo un uomo che era “allo stesso tempo un patriota italiano, un grande europeo e un instancabile umanista” e che difendeva la democrazia valori nell’UE.

Cancelliere tedesco Olaf Scholz tuttavia, ha scritto su Twitter che l’Europa ha perso un oratore parlamentare impegnato, l’Italia un politico esperto e la Germania un buon amico.

Primo Ministro italiano Mario Draghi ha definito Sassoli “un uomo di istituzioni, un europeo convinto, un giornalista appassionato, simbolo di equilibrio, umanità e generosità”. La sua morte prematura e improvvisa ci ha scioccato, ha detto.

presidente italiano Sergio Mattarella ha però affermato che la morte di Sassoli è motivo di tristezza di italiani ed europei, perché con il suo lavoro ha contribuito a far sì che il Parlamento europeo sia stato uno dei protagonisti dei dibattiti politici, ed ha espresso le aspettative dei cittadini dell’UE .

Anche i parlamentari sloveni sono rattristati

Anche i parlamentari sloveni hanno ricordato Sassoli con espressioni di tristezza. “Il mio cuore è spezzato. Il Parlamento europeo ha perso un vero leader, la democrazia e lo Stato di diritto hanno perso un campione e io ho perso un caro amico (…) Mi mancherai David,ha twittato Tanja Fajon, collega di Sassoli nel gruppo politico Socialisti (S&D) al Parlamento europeo. “Grazia, Presidente, per la sua incrollabile fiducia in un’Europa unita e per tutto il bene che ha fatto per l’Europa e per tutti noi,ha anche annunciato su Twitter Milan Bglez (S&D/SD).

Hanno risposto anche in altri gruppi politici europei. “Credeva fermamente in un’Europa unita dove la democrazia è un valore imprescindibile. Come ex giornalista, è stato un ardente difensore della libertà di espressione,” ha scritto del defunto Ljudmila Novak (DPI/NSi).

Anche i deputati hanno reagito con rammarico Clemen Groselj e Irena Gioveva (Rinnovo/LMŠ). “Un triste giorno per il Parlamento europeo e per l’UE, per la prematura scomparsa di un combattente provato e determinato per un’Europa migliore, in questi tempi difficili per tutti noi e per la nostra istituzione,Groselj ha scritto.

Anche il primo ministro Janša ha espresso le sue condoglianze

Per la morte di Sassoli arrivano anche dalla Slovenia le condoglianze. Il Presidente del Consiglio ha espresso le sue condoglianze alla famiglia e agli amici del defunto tramite Twitter Janez Jansa. Presidente Borut Pahor ha definito Sassoli un grande democratico e un europeo sincero, e anche il presidente della DZ ha espresso le sue condoglianze Igor Zorcic. Il Ministero degli Esteri ha annunciato di essere profondamente rattristato per la morte del presidente del Parlamento Sassoli, che ha descritto come un uomo che credeva fortemente nell’Europa e “il nostro futuro comune“. Presidente dell’NSi e ministro della Difesa Matej Tonin je ha scritto su Twitter che “abbiamo perso un europeo orgoglioso che incarnava i veri valori di un’Europa unita“.

È morto il presidente del Parlamento europeo Sassoli

Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *