FOTO e VIDEO: La situazione nel Carso è gravissima, in soccorso sono arrivate altre unità del Pomurje, l’incendio ha già inghiottito le case

L’incendio si è diffuso dal versante italiano del Carso a quello sloveno. Sono minacciati quattro villaggi in cui sono già suonate le sirene d’allarme. L’incendio ora si sta diffondendo anche verso Mirno e Šempeter vicino a Gorica. Le persone sono state evacuate dai villaggi di Sela na Krasu, Hudi Log, Korita na Karsu e Nova vas, ha annunciato il centro regionale per la protezione civile nel nord del Primorska. Circa 1.000 vigili del fuoco stanno combattendo l’incendio. In volo sono disponibili aerei dell’esercito sloveno e un elicottero austriaco, e in arrivo anche Canadair italiani e croati.



Bruciata anche una grande piscina, da cui gli elicotteri attingevano acqua. Tutte le forze di protezione e soccorso sono state attivate su tutto il territorio. Cinque vigili del fuoco hanno richiesto cure mediche a causa di lievi ustioni e problemi respiratori causati dal fumo pesante.

Quando il vento è cambiato, la situazione sul Carso è peggiorata molto rapidamente. Come ha spiegato il comandante della Protezione civile della Repubblica di Slovenia Srečko Šestan in conferenza stampa mattutina a Kostanjevica sul Carso, più di mille vigili del fuoco stanno già domando l’incendio. Quando l’incendio ha iniziato a minacciare le case, sono state chiamate ulteriori forze. Un ulteriore aiuto viene dalla regione di Maribor e Pomurje.

Come hanno scritto al centro regionale per la protezione civile nel nord Primorska, i vigili del fuoco di tutta la Slovenia stanno facendo di tutto per proteggere le case nei villaggi citati e soprattutto le persone. Ha preso fuoco su entrambi i lati della strada da Mirno a Lokvica. Questa strada è chiusa al traffico.

La polizia e l’esercito sloveno aiutano a terra le unità antincendio con l’estinzione aerea, ma l’estinzione aerea è notevolmente complicata dal fumo, ha affermato il ministro della Difesa Marjan Šarec durante una visita nella regione. Ha assicurato che le unità sono ben addestrate ed esperte e che anche la cooperazione internazionale è buona.

Hanno però problemi logistici con l’acqua, perché la rete degli idranti antincendio è guasta, quindi portano l’acqua con le autocisterne e riempiono i bacini da cui gli elicotteri attingono l’acqua, ha spiegato il ministro. Secondo Šestano, al momento non c’è carenza d’acqua.

È stata presa la decisione di importare acqua anche da altre regioni, in modo che la lotta contro l’incendio si svolga senza intoppi e che l’accesso all’acqua potabile non sia minacciato, affermano le osservazioni di Šarčev sull’account Twitter del ministero. Hanno aggiunto che il ministro aveva attivato anche la brigata logistica delle forze armate serbe e che le petroliere militari avrebbero consegnato l’acqua. L’unità medica militare è pronta a curare le ustioni e l’SV fornirà anche cibo alle unità sul campo. In arrivo anche un cannone ad acqua della polizia.

Il sindaco del comune di Miren-Kostanjevica, Mauricij Humar, ha assicurato che il comune verrà in aiuto degli abitanti della zona colpita e spera che i vigili del fuoco riescano a proteggere le case. Discutono anche della possibilità di un alloggio temporaneo, se necessario.

L’Istituto nazionale di sanità pubblica (NIJZ) consiglia ai residenti in caso di incendio di seguire sempre le raccomandazioni delle squadre di soccorso o dell’amministrazione della Repubblica di Slovenia per la protezione e il salvataggio. Consigliano inoltre di evitare le aree interessate e di stare lontano dal fuoco. Le persone nell’area con fumo dovrebbero proteggere il proprio sistema respiratorio, ad esempio con una maschera facciale, e andarsene il prima possibile per ridurre l’esposizione. Se una persona è stata esposta al fumo, dovrebbe consultare un medico, riferisce STA.

Il ministro della Difesa Marjan Šarec ha esortato i residenti degli insediamenti vicino al fuoco a rimanere a casa e ad attendere le istruzioni delle autorità per una possibile evacuazione. Nessuno vuole più morti in queste condizioni, ha sottolineato.

Foto: policija.si

Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *