La maggior parte dei media in Slovenia sono in mani straniere

Dice: Sara Ranchigaj (Nova24tv)

Nel tempo, molti media sloveni si sono trovati in gran parte o in parte sotto il controllo straniero, le uniche eccezioni sono Delo, Večer e il portale Necenzuirano. In passato, la più controversa era la proprietà di Mladina, che avrebbe dovuto essere finanziata utilizzando denaro proveniente da stent vascolari sovrapagati, poiché la società Mark Medical, che vendeva stent vascolari, e la società Transmedia un tempo avevano lo stesso proprietario. (Družbo KB 1909). L’esperto fiscale Ivan Simič ha scoperto qualche tempo fa che il proprietario finale di Transmedia è la società slovena Distriest, doo “Non è possibile determinare chi siano i suoi azionisti, perché KB 1909 è stato cancellato dal registro di commercio italiano (“in liquidazione”). Ciò significa che il proprietario ultimo e più importante della società Mladina dd è la società Distriest doo , che tuttavia non ha proprietari chiari”. Simic ha spiegato.

Mladina è di proprietà di Transmedia doo (70,37%) e indirettamente della società di disabilità di Odlazek, Salomon doo (4,53%) e altri: Bernard Nezmah, Roberto BotteriMladina e Lubiana, Borut Rismal e Pierre-Michel Fras. Il suo amministratore delegato è Denis Tavcar.

Transmedia doo è posseduta al 100% dalla società italiana Transmedia SRL ed è finanziata con capitale italiano. Ci sono state segnalazioni pubbliche secondo cui il capitale avrebbe dovuto provenire dalla vendita di dispositivi vascolari pagati in eccesso, per i quali sono stati applicati prezzi tre volte superiori. La società Mark Medical è stata coinvolta in questo, poiché le due società un tempo avevano lo stesso proprietario: la società di partecipazione finanziaria di Gori KB 1909.

Fonte: ebanite

La commissione parlamentare non è riuscita a dimostrare il possibile finanziamento di Mladina attraverso Mark Medical o l’influenza del proprietario sulla copertura sanitaria dei suoi giornalisti, cosa che anche l’editore ha fortemente negato. Greg Repovz. Ma l’audizione all’Assemblea nazionale ha chiarito perché la proprietà dei media è importante, ha riferito il portale Pod črto.

Il proprietario finale di Mladina è la società Distriest doo
Transmedia srl ​​è registrata a Gorica, Italia ed è il principale rappresentante Boris Perice il regista Giuseppe Longo e Marisa ha diretto. specialista fiscale Ivan Simic ma ha scoperto da tempo che la titolare di questa azienda è la società slovena Distriest, doo, titolare, come già accennato, della società estera KB 1909 con sede a Gorica, in Italia. “Non è possibile determinare chi siano i suoi azionisti, perché KB 1909 è stato cancellato dal registro di commercio italiano (“in liquidazione”). Ciò significa che il proprietario ultimo e più importante della società Mladina dd è la società Distriest doo , che tuttavia non ha proprietari chiari”. spiegato per Portale Altro.

Pro Plus è stato acquistato da un miliardario ceco
Il proprietario di Pro Plus (POP TV, Kanal A e altri) è la società ceca CME Media Enterprises BV, il cui proprietario è un miliardario ceco Pierre Kelner. Pro Plus è finanziato con capitale olandese. Il gruppo PPF di Kellner ha acquisito Pop TV nell’ottobre 2020 rilevando gli investimenti nei media del fondo statunitense CME.

Fonte: ebanite

Secondo la rivista Forbes, Kellner è il ceco più ricco e il 68° cittadino più ricco con un valore fondiario stimato di 18,5 miliardi di dollari (circa 16,1 miliardi di euro). Secondo il rapporto annuale di PPF, Kellner possiede il 98,93% di PPF, gli altri proprietari Ladislav Bartonicek e Jean-Pascal Duvieusart.

Finanziamento sotto la proprietà di una società svedese
Časnik Finance, editore di giornali doo è posseduto al 100% dalla società svedese Bonnier Business Press AB. È una società di media privata svedese che possiede 175 società in 15 paesi ed è controllata dalla famiglia Bonnier.

Fonte: ebanite

Hanno venduto le loro azioni a un editore svedese che pubblica giornali economici in undici paesi europei Borut Hocevarex vicedirettore generale delle finanze, Vitomir Cajnkocaporedattore della rivista Manager, Tui Giacomelliex Chief Financial Officer, e Pierre Frankl, direttore e caporedattore di Časnik Finance. Il proprietario della casa editrice di giornali Delo è FMR doo. I rappresentanti di Delo lo sono Natasa Lusa, Andrej Kren e Stojan Petric.

Fonte: ebanite

Petrič è anche un rappresentante di FMR Financiranje in przedsión navelov doo. I proprietari di questa società sono: FMR Holding dd, Kolektor Sikom doo, Kolektor Prokos doo, FMR doo e Kolektor Group doo

Fonte: ebanite

Maggiore titolare di holding FMR Società autorizzata d. D. (FMR Holding dd) è il gruppo Kolektor e PSU Poslovne storitve, oprodnije doo, e il suo principale proprietario è Kolektor Holding dd, che è di proprietà di vari proprietari (tra gli altri Stojan Petric). Nel caso della proprietà Dela, la maggior parte delle strade alla fine porta a Kolektor Holding e Petrič.

Dnevnik è di proprietà di maggioranza di DZS e di una società austriaca
Dnevnik dd è di proprietà di DZS dd, Styria Media International GmbH, DZS Investicij doo, Delo prodaje dd, Dnevnik dd, Telekom Slovenije e Joze Borstner. Il capitale proviene da Austria, Croazia e Slovenia.

Fonte: ebanite

DZS, založništvo in trgovina, dd appartiene a Terme Čatež, Delo prodaje, TZS, M1, Marina Portorož, Telekom Slovenije, FURI doo e altri proprietari. È il presidente del consiglio Bojan Petan.

Fonte: ebanite

Anche la società austriaca Styria Media International GmbH possiede società m4! MDL doo, Overnet doo, Styria Media si, Dnevnik dd e AdriaSonara doo Tramite la società slovena Styria Media si, doo possiede anche il media Žurnal24.

Fonte: ebanite

L’editore del portale Uncensored è Media Partner doo, che appartiene a Svet24, il cui proprietario è Alena Nardinil’ex moglie di un magnate dei media Martin Odlazek. giornalisti (Primoz Cirman, Vesna Vukovic e Tomaz Modic) dal portale Uncensored proveniva dalla società Providentia doo, per la quale Simič aveva già documentato nel 2017 il controverso pompaggio di denaro Telekom sui conti privati ​​di alcuni giornalisti, che rasenta l’evasione fiscale.

Fonte: ebanite

Il controverso affare di Providencia, o portale senza censure, è continuato attraverso fonti di reddito sconosciute, che poi hanno speso quasi fino all’ultimo centesimo attraverso servizi altrettanto sconosciuti, ha riferito Požareport. Secondo Požareport, Furs avrebbe dovuto condurre di recente una revisione finanziaria delle operazioni di Providencia “evasione fiscale riconosciuta” e valutato un ruling fiscale, secondo il quale la Provvidenza dovrebbe pagare più di centomila euro di addizionale. I numeri esatti non sono ancora noti.

Giornalisti dei media online senza censure (Foto: Matic Štojs Lomovšek)

Siola è di proprietà di TSmedia, media content and services, doo, di proprietà al 100% di Telekom Slovenije. Il proprietario di Planet TV è TV2 Adria doo e il proprietario al 100% di quest’ultima società è la società ungherese TV2 Media Csoport Zártkörűen Működő Részvénytársaság, che ha acquisito Planet TV nell’ottobre 2020. A quel tempo, Telekom Slovenije pubblicizzava tramite i siti Web Internet di la Borsa di Lubiana che, prima della vendita per adempimento della condizione sospensiva, ha proceduto alla ricapitalizzazione di Planeta TV convertendo i propri debiti in capitale sociale.

Fonte: ebanite

Compratori ungheresi da Miroslav Holbl da Maribor Radio-città. Il nuovo proprietario della radio è un ungherese Gabor Deak, o società sotto il suo Media Moment Kft. e Radio Factory Kft. NovaTV24.si, televisione informativa, dd è di proprietà maggioritaria dei proprietari ungheresi Okeanis Vagyonkezelő Zrt., Ridikül Magazin Kft. e Hespereia Vagyonkezelő Zrt. La proprietà è composta anche da piccoli azionisti che hanno contribuito a fondare la televisione.

Fonte: ebanite

Il portale Nova24TV è di proprietà della società Nova hiša doo, che è posseduta a maggioranza dalla società ungherese Hespereia Vagyonkezelő Zártkörűen Működő Reszvénytársaság e dagli azionisti di minoranza: Boris Tomásic, Anton Korosac e Marko Kajzer.

Fonte: ebanite

Portal N1 è di proprietà di Adria News, che è registrata in Lussemburgo e opera all’interno di United Media, parte del gruppo United. Da marzo 2019, United Group è di proprietà di maggioranza di BC Partners, una delle principali società di investimento a livello mondiale.

Fonte: ebanite

Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *