La proposta del premio Nobel per cuocere la pasta ha sconvolto gli italiani



Foto: Pixabay

Fisico Giorgio Parisianche un premio Nobel, è Su Facebook ha consigliato agli italiani di Su fanno bollire l’acqua sul fuoco e salano, buttano la pasta, aspettano due minuti, poi copriamo bene la padella e spegniamo il gas.

Un professore universitario di 74 anni Sapienza a Roma, afferma che gli italiani risparmieranno denaro così facendo “almeno otto minuti di energia”segnala l’Indipendente. Il più importante è coprire la pentola con un coperchio, perché molto calore si perde per evaporazione,“Ha anche scritto Su Facebook.

La sua proposta ha sconvolto gli chef italiani. Capo Antonello Colonna sostiene che la pasta cotta in questo modo diventerà gommosa. “Sarebbe un disastro. Lascia la cucina agli chef e lascia che i fisici sperimentino nei laboratori”, ha risposto Louis Pazzo.

Un famoso chimico dario Bressani questo è Su l’altra parte fece un cenno al fisico Parisi e affermò che il sistema funzionava. Bressani sono già passati cinque anni Su Ha pubblicato un video su YouTube, visto da oltre un milione di persone, in cui suggerisce di cuocere la pasta a fuoco spento.

È noto da 200 anni che la cottura non avviene per l’ebollizione dell’acqua, ma per la temperatura dell’acqua, che poi cede il calore Su pasta, riso o uova,” ha detto recentemente a un’agenzia di stampa italiana ANSA.

Allo stesso tempo, ha ammesso che molti sono confusi perché le persone sono abituate a cuocere la pasta in acqua bollente, spesso senza nemmeno usare il coperchio.

Risparmio durante la crisi energetica

Puoi risparmiare dieci minuti di carburante. Non sono molti soldi. Ma se lo moltiplichi per il numero di volte che cuoci la pasta e per i milioni di italiani che lo fanno praticamente ogni giorno, da un punto di vista finanziario e ambientale punto di vista, non è trascurabile,” nel video Su Consiglia YouTube Bressani.

Associazione Impasto di unione Italiano Il cibo afferma che con questo tipo di cottura i consumatori possono risparmiare il 47% dell’energia normalmente utilizzata.

A causa della guerra in Ucraina, molti avvertono di una crisi energetica questo inverno e molti paesi hanno adottato varie misure per ridurre il consumo di energia. Il fornitore di gas russo Gazprom ha recentemente annunciato che il gasdotto Nord Stream 1 rimarrà chiuso “Per un tempo indeterminato”che ha portato ad un ulteriore aumento dei prezzi del gas in Europa.

Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *