L’Italia prevede di rinnovare la linea Trieste – Venezia, avvertono gli ambientalisti

Secondo i media italiani, RFI, il servizio ferroviario nazionale italiano, prevede di rinnovare la linea ferroviaria tra Venezia e Trieste. Nel tratto tra Nabrežina e Ronka progetta una galleria lunga 23 chilometri. All’interno del gruppo ambiente e salute del Friuli-Venezia Giulia, sottolineano gli impatti negativi di tali interventi e si oppongono fermamente al tunnel.


Così dovrebbe funzionare, secondo i piani del Servizio Ferroviario Nazionale Italiano, la linea tra Ronka e Nabrežina. Foto: Denis Scher


BREJINA
> Nella regione del comune di Devin-Nabrežina è già stata pianificata negli ultimi anni la costruzione di un terminale di gas, l’anno scorso gli abitanti sono rimasti scioccati dalla notizia della costruzione di un inceneritore, e quest’anno reazioni simili sono state innescate dal intenzione del servizio ferroviario nazionale RFI (Rete Ferrovia Italia), di proprietà del ministero italiano, di realizzare un tunnel ferroviario di 23 chilometri tra Ronki e Nabrežina.

Tunnel fino al 2031

La ristrutturazione della linea ferroviaria Venezia-Trieste costerà, secondo i media italiani, 1,8 miliardi di euro, di cui la metà dovrebbe essere sottratta per il tunnel sotterraneo di 23 chilometri tra Ronki e Nabrežina. Passerebbe sotto i villaggi di Sabliči, Medja vas, Cerovlje, Mavhinje, Vižovlje e Slivno fino a Nabrežina, dove si collegherebbe alla vecchia linea via mare.

900

la costruzione dovrebbe costare milioni di euro

23

Tunnel lungo un chilometro tra Ronki e Nabrežina

Nella prima fase, che dovrebbe iniziare nel 2024, la linea dovrebbe essere ammodernata e la costruzione del tunnel dovrebbe essere completata nel 2031.

Le ragioni dell’investitore sono ridurre l’intervallo di tempo tra i treni, risparmiare dieci minuti buoni sulla linea tra Venezia e Ronka e aumentare la capacità delle linee.

danilo antoni

Gruppo Salute e ambiente

“Per la costruzione della linea è previsto un investimento colossale per le casse già pesantemente cariche dello Stato e dell’Europa, che non può giustificare cinque minuti di traffico”.

Una recensione negativa anni fa

Il Gruppo Salute e Ambiente del Friuli-Venezia Giulia è però convinto che le ragioni economiche non prevalgano sui danni che un tale intervento comporterebbe per il Carso. “Per la realizzazione della linea è previsto un investimento colossale per le casse già pesantemente cariche dello Stato e dell’Europa, che non può giustificare cinque minuti di orario di traffico”, è convinto il rappresentante della banda. danilo antoni.

Una costruzione arrecherebbe gravi danni ambientali, il gruppo è ancora convinto di questo. “Si tratta di un ecosistema sotterraneo estremamente fragile e prezioso in cui sono presenti grotte, sorgenti d’acqua e affluenti. L’intervento distruggerebbe il mondo sotterraneo, buona parte del paesaggio, e lo ricoprirebbe di numerose discariche di materiali edili di scarto…”

Primorske novic progetto Meja? è prodotto con il cofinanziamento del Ministero della Cultura della Repubblica di Slovenia.

Tutto questo sapendo che un progetto simile, che avevano pianificato anni fa – tranne che all’epoca prevedevano di estendere la linea fino a Divača – è fallito perché non ha ottenuto parere positivo sugli impatti ambientali.

Era il 2016. A quel tempo, la costruzione della linea era fortemente contraria anche dalla parte slovena. I comuni hanno avvertito che l’intervento è previsto nelle immediate vicinanze dello spartiacque di Klariči, che è l’unica fonte permanente di approvvigionamento idrico del Carso.

Il Ministero dell’Ambiente e dello Spazio ci ha informato che non è necessario uno studio di impatto ambientale transfrontaliero per il rinnovamento delle linee locali più brevi, ma che indagherà sui progetti previsti e otterrà le relative informazioni.


Gioachino Femia

"Appassionato di cultura pop. Esperto di caffè. Secchione di bacon. Comunicatore umile e irritante. Giocatore amichevole."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *