Muore l'ex presidente della Repubblica Ciampi

Roma – L'ex presidente italiano, primo ministro e governatore della banca centrale Carlo Azeglio Ciampi è morto dopo diverse settimane di ricovero in ospedale a Roma.

Il primo ministro italiano Matteo Renzi ha annunciato su Twitter che Ciampi, considerato uno dei fondatori dell'Italia moderna, ha servito il Paese con passione, e il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni lo ha definito un grande uomo di Stato.

Ciampi, nato il 9 dicembre 1920 a Livorno, ha conseguito il dottorato in lettere antiche e diritto presso l'Università di Pisa. Durante la sua carriera fu politico, avvocato, banchiere, ufficiale e scrittore. Ha presieduto l'Italia dal 1999 al 2006 ed è stato Primo Ministro dal 1993 al 1994.

È arrivato alla carica di primo ministro in un momento in cui l’Italia stava affrontando un grave scandalo di corruzione, scrive. Agenzia di stampa slovena. In qualità di presidente, che in Italia ha principalmente una funzione cerimoniale, ha frenato in particolare le politiche piuttosto controverse dell'allora Primo Ministro, Silvio Berlusconi.

Tra il 1996 e il 1998 è stato ministro dell'Economia nel gabinetto di Romano Prodi e ha lavorato duramente per l'ingresso dell'Italia nell'Unione monetaria europea. Attraverso rigorose misure di austerità, è riuscito a ridurre l’inflazione e a contenere l’enorme deficit di bilancio. Anche il successore di Prodi, Massimo D'Alema, lo invitò a partecipare al Ministero dell'Economia.

Ciampi è stato anche governatore della Banca centrale italiana per 14 anni e poi ministro del Tesoro, svolgendo un ruolo chiave nell’adozione dell’euro. Sebbene non sia stato membro di alcun partito politico per gran parte della sua carriera politica, era considerato un membro dell'opzione di centrosinistra, scrive. STA.

Era molto popolare come presidente. Molti lo hanno invitato a candidarsi nuovamente, ma ha rifiutato l'opportunità a causa della sua età. Dopo la fine del suo mandato, ha assunto la carica di senatore a vita in Parlamento, ha scritto. STA.

Giuliano Presutti

"Tipico pensatore. Impenitente alcolista. Fanatico di Internet. Difensore della cultura pop. Drogato di TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *