“Il modo italiano di sviluppare l’intelligenza artificiale”

L’Italia prevede un fondo di investimenti da un miliardo di euro nell’intelligenza artificiale e una propria legislazione, che sarà integrata da una legge europea sull’intelligenza artificiale

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato la creazione di un fondo di investimento da un miliardo di euro per promuovere progetti di intelligenza artificiale e ha chiesto l'introduzione di regole etiche per l'uso di queste tecnologie.

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato la creazione di un fondo di investimento da un miliardo di euro per promuovere progetti di intelligenza artificiale e ha chiesto l'introduzione di “regole etiche” per l'uso di queste tecnologie.
©WikimediaCommons

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato la creazione di un fondo di investimento da un miliardo di euro per promuovere progetti di intelligenza artificiale e ha chiesto l'introduzione di “regole etiche” per l'uso di questa tecnologia. Come ha detto, l’Italia sta già preparando la propria legislazione, che sarà integrata dalla legge europea sull’intelligenza artificiale.

Il nuovo fondo di investimento, che comprenderà fondi nuovi ed esistenti, servirà come seed capital per attrarre nuovi investimenti, e avrà l'obiettivo di creare “un modo italiano di sviluppare l'intelligenza artificiale”, ha spiegato Meloni, secondo l'agenzia francese AFP . .

Secondo il Primo Ministro, anche l’Italia sta preparando una propria legislazione per regolamentare il campo dell’intelligenza artificiale, che sarà integrata dalla Legge europea sull’intelligenza artificiale e incoraggerà lo sviluppo delle imprese nazionali in questo settore.

“Si tratta di una tecnologia che può sprigionare tutto il suo potenziale positivo solo se il suo sviluppo avviene nel quadro di regole etiche che mettono al centro l’individuo, i suoi diritti e i suoi bisogni”.

Giorgia Meloni,
Primo Ministro italiano

“Si tratta di una tecnologia che può liberare tutto il suo potenziale positivo solo se il suo sviluppo avviene nel quadro di regole etiche che mettono al centro l’individuo, i suoi diritti e i suoi bisogni”, ha dichiarato.

Giovedì e venerdì l’Italia ospiterà una riunione dei ministri della tecnologia del G7. L’intelligenza artificiale sarà il tema centrale della sessione.

In questo incontro, Roma vuole creare una serie di strumenti per lo sviluppo e l'uso etico e centrato sulla persona dei sistemi di intelligenza artificiale nel settore pubblico, riferisce AFP.

Agata Lucciano

"Propenso ad attacchi di apatia. Evangelista della birra. Incurabile maniaco del caffè. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *